mercoledì 4 e giovedì 5 ottobre 2917 - ore 21

CAPTAIN FANTASTIC

Regia e sceneggiatura: Matt Ross - Fotografia: Stéphane Fontaine - Montaggio: Joseph Krings - Interpreti: Viggo Mortensen, George MacKay, Samantha Isler, Annalise Basso, Kathryn Hahn, Nicholas Hamilton, Shree Crooks, Charlie Shotwell, Trin Miller, Steve Zahn, Elijah Stevenson, Teddy Van Ee - USA 2016, 118’, Good Films.

Ben Cash è il padre di sei ragazzi e con la moglie ha deciso di vivere nella foresta senza sottostare alle regole della società civile. La vita di questa famiglia coltissima, hippie e asociale cambia nel momento in cui la moglie muore e il padre della donna decide di celebrare per lei un funerale cristiano. Per far sì che l'indole anti-religiosa della defunta sia rispettata, Ben e i figli, affrontano un viaggio che porta i ragazzi a confrontarsi con una realtà molto diversa da quella conosciuta.

Mortensen si propone nell'inedito ruolo di un padre che sceglie di crescere i propri figli lontano dalla città, realizzando fra i boschi delle foreste del Nord America un'utopia abitativa destinata a renderli forti, indipendenti e colti. Tutto questo può funzionare? (…) Se un approccio così radicale inevitabilmente mostra i suoi limiti, in Captain Fantastic vediamo come anche il metodo tradizionale non sia necessariamente il migliore. Forse la ricerca di un equilibrio fra la via utopistica e un'educazione convenzionale che molto spesso sembra venire impartita con passività, acriticamente, senza che se ne vedano i problemi perché ritenuta socialmente accettabile (…) è ciò su cui un genitore dovrebbe riflettere. Viggo Mortensen e i sei bravissimi attori che danno volto ai ragazzi Cash riescono con le loro intense interpretazioni a comunicarci tutto questo e anche di più. (…) Quando il sipario si chiude su Captain Fantastic si fa fatica a lasciar andare papà Ben, ma anche il giovane uomo Bo, le solidali e materne gemelle Vespyr e Kielyr, il contestatore (ma con ragione) Rellian, la lucida Zaja e il tenero (e nudista!) Nai e forse ognuno di noi desidera segretamente imbattersi prima o poi nel pulmino con a bordo la famiglia Cash al completo. (Costanza Mauro, www.pianetadonna.it)

Una storia che risveglia il bambino che è in noi, ci rende invidioso di sei bellissimi fratelli e sorelle liberi e selvaggi nei boschi. Atmosfere che rimangono dentro, la leggerezza e sincerità con la quale sono affrontati i problemi della vita impressionano e fanno riflettere. Il film è tra le commedie più coinvolgenti, divertenti e commoventi degli ultimi anni. Un cast impressionante e una regia sensibile: è un prodotto universale ed è praticamente impossibile non amarlo. (Alice De Falco, darumawiew.it)

Captain Fantastic è prima di tutto un film sulla difficoltà dell’essere genitori, del riuscire a crescere i propri figli nel modo corretto, cercando di proteggerli, educarli, ma al tempo stesso preparandoli ad affrontare il mondo. Matt Ross lo racconta in un modo del tutto originale, costruendo una favola moderna credibile, che affascina per sensibilità e schiettezza e colpisce per la sua dirompente originalità. (…) Ross riesce a spostarsi con naturalezza e vivace disinvoltura dall’ironia al dramma, dalla commozione alla riflessione, senza mai cadere nel banale o in schemi prefissati. (…) Captain Fantastic è una variopinta favola dei nostri giorni, dove la Coca Cola è acqua avvelenata, Noam Chowsky è il messia, i libri e la cultura sono la salvezza dell’anima e la famiglia il valore più grande, da difendere ad ogni costo. (Stefano Bessoni, www.cinefilos.it)