Eventi Precedenti

I MERCOLEDI DI GIUGNO

reel1

Fuori programma, tre mercoledì all'insegna delle curiosità e delle chicche di stagione.

  • mercoledì 7 giugno VENANZIO REVOLT - I miei primi 80 anni di cinema di Fabrizio Dividi, Vincenzo Greco, Marta Evangelisti (documentario, 2016, 52’) alla serata parteciperanno i registi.

  • mercoledì 14 giugno Memorias del subdesarrollo, di Tomas Gutierrez Alea (1968, 95', sott. it) (in collaborazione con l’Associazione di Amicizia Italia-Cuba)

Non perdere queste esclusive e scaricail programma completo delle serate...

MODIFICA PROGRAMMA

reel1


Il film DANISH GIRL, sarà proiettato
        Lunedì 5 e Martedì 6 Dicembre 2016
anzichè Martedì 6 e mercoledi 7 Dicembre come indicato sul pieghevole.


L'ARCI HA 60 ANNI

reel1

SESSANTA EVENTI per festeggiare i sessant'anni. Per tutto il mese di ottobre i circoli Arci del Piemonte celebreranno con concerti, incontri ed eventi l'arrivo, nel 2017, del sessantesimo compleanno dell'ARCI.
"Lì ho imparato il cinema"
Leggi il ricordo di Daniele Gaglianone per i 60 anni dell'ARCI.



SUBURBANA STAGIONE 2016/17

reel1

Il 27 aprile del 2017, mentre sullo schermo Ian McKellen nei panni del mitico investigatore Sherlock Holmes proverà a far luce sui perché del suo ultimo mistero irrisolto, sulla torta di Suburbana si accenderanno ben 44 candeline. Poco più di sedicimila giorni prima, nell’ormai lontano millenovecentosettantatre, dallo stesso schermo ci parlava un Gian Maria Volontè in tuta da operaio, anche lui in crisi, anche lui alla ricerca di un perché. È questo il cinema. Personaggi di finzione che si aggirano sullo schermo, con cui noi spettatori seduti in sala dialoghiamo, come quando si legge un libro, per scoprire qualcosa di più sui misteri che ci portiamo dentro. E allora avanti con una nuova stagione e cinquanta nuovi film.

Scaricail programma completo e corri ad iscriverti...

ASSEMBLEA CINECIRCOLO

reel1

Lunedì 2 maggio 2016 alle ore 24 è convocata l'Assemblea annuale del Centro Cinematografico Culturale L'Incontro presso il Circolo Aurora saletta al secondo piano, con all'ordine del giorno:

  • bilancio attività stagione 2015/2016

  • preparazione programma stagione 2016/2017

Qualora non si raggiungesse il numero legale l'assemblea è da intendersi riconvocata per
Martedì 3 maggio 2016 alle ore 20,30

Partecipa anche tu, l'assemblea è un momento importante per l'associazione. Completeremo insieme il programma della prossima stagione. Si raccomanda la puntualità.

PULCE NON C'È

reel1

giovedì 21 aprile 2016 arà proiettato il film
PULCE NON C'È, di Giuseppe Bonito

Dal libro di Gaia Rayneri, classe 1986, che racconta la vera storia della sua famiglia. Per un errore giudiziario, un giorno la sorellina autistica di 13 anni venne portata via da scuola senza spiegazioni. A finire sotto accusa il padre, sospettato di aver abusato sessualmente della bambina. Fu l’inizio dell’inferno. Uno sbaglio che si risolse, dopo un anno di tribolazioni, in una totale assoluzione: la scuola di Pulce aveva preso un abbaglio. Pulce tornò a casa, scombussolata dal periodo in comunità. Per tutti e quattro la quotidianità ha oggi ritrovato una sua routine, ma di quegli anni non c'è stato alcun risarcimento.

A presentarlo saranno Gaia Rayneri la sorella di Pulce, autrice del libro e della sceneggiatura del film, Viola Oggero la madre e Valter Rayneri il padre. Sarà inoltre presente Arianna Porzi, presidente dell’ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici).

Guarda il Trailer
Leggi la presentazione

MODIFICA PROGRAMMA

reel1

A causa del ritiro dei diritti di proiezione, il film
WATER,
in programmazione il 30 Marzo 2016 non sarà proiettato.

Al suo posto sarà quindi proiettato il film
STRIPLIFE

MODIFICA PROGRAMMA

reel1

A causa del ritiro dei diritti di proiezione, il film
IN BLOOM ,
in programmazione il 24 Febbraio 2016 non sarà proiettato.

Al suo posto sarà quindi proiettato il film
DIE FARBE DES OZEANS (IL COLORE DELL'OCEANO)

SUBURBANA STAGIONE 2015/16

reel1

Quel lontano venerdì ventisette aprile del millenovecentosettantatre, Lodovico Massa, detto Lulù, operaio con un paio di famiglie da mantenere e all'attivo due intossicazioni da vernice beccate in quindici anni di lavoro in fabbrica, urlava tutta la sua rabbia ai primi quattrocento soci del nostro cineclub. Lo schermo di Suburbana era un grande rettangolo verniciato a calce dal quale Gian Maria Volonté ci raccontava di aver sognato un muro oltre il quale c'era il paradiso della classe operaia. Il proiettore 35mm, allora posizionato al primo piano del Circolo Aurora, proiettava il suo primo film. Da quel giorno altre duemila pellicole ci hanno avvolti nei loro racconti segnando su quello schermo lo scorrere del tempo.
Suburbana, il Centro Cinematografico Culturale L'incontro, apre la sua 43esima stagione. Cinquanta film, da settembre a giugno, dal giovane favoloso Leopardi all'imitation game di Alan Turing. Una mélange che, come nella tradizione dell'associazione, ci porterà a vedere e rivedere le migliori opere uscite nelle sale, accompagnate da alcune chicche sconosciute prive di distribuzione. Grandi film come Mia madre, Selma, Jimmy's Hall, Due giorni una notte, La famiglia Bélier, Samba, Pride, Diplomacy, Wakolda. Accanto a questi opere di registi meno conosciuti, ma non per questo meno interessanti come il ciclo di film girati a Torino (Io rom romantica, Pulce non cè, Patria) o pellicole che affrontano da diverse angolazioni il tema dell'emancipazione femminile (Difret, Vergine giurata, Viviane). Commedie intelligenti (Pride, In ordine di sparizione, Song 'e Napule), film d'azione (La spia, French Connection), pellicole passate al festival terzomondista di Milano o al Bergamo Film Festival (Good Vibration, 7 Cajas, Water, Por aqui todo bien, In Bloom). Impossibile citarli tutti: dieci mesi di cinema su grande schermo, quando, sempre di più, oggi, c'è chi guarda i film sul rettangolo di un televisore o su quello di un portatile, comunque microscopici per quanto grandi siano. Eppure un film è un'opera d'arte, pensata, girata, montata, sequenza dopo sequenza, per essere vista a grandi dimensioni, lasciandosi avvolgere in quello scorrere organizzato di immagini, di suoni e parole. Magari ogni mercoledì e giovedì a Suburbana.

Scaricail programma completo e corri ad iscriverti...

SCEMI DI GUERRA

reel1

Mercoledì 3 GIUGNO 2015, ore 22.00 sarà proiettato
SCEMI DI GUERRA

in occasione del centenario dell'entrata in guerra dell'Italia, il documentario di Enrico Verra esamina un aspetto fino ad oggi poco indagato. Le dolorose tappe che portarono migliaia di soldati durante il primo conflitto mondiale ad affrontare il calvario della malattia mentale, dopo quello delle trincee, degli assalti, dei gas e dei bombardamenti.

TRIANGLE

reel1

Mercoledì 3 GIUGNO 2015, ore 21.00 sarà proiettato
TRIANGLE

il documentario di Costanza Quatriglio, che, prendendo spunto da due tragedie sul lavoro avvenute a cento anni di distanza conduce, in un viaggio a ritroso nei ricordi, di ieri e di oggi, vibranti di emozioni, di paura, e d'impotenza, una riflessione sulla condizione del lavoro.

ASSEMBLEA CINECIRCOLO

reel1

Lunedì 4 maggio 2015 alle ore 24 è convocata l'Assemblea annuale del Centro Cinematografico Culturale L'Incontro presso il Circolo Aurora saletta al secondo piano, con all'ordine del giorno:

  • bilancio attività stagione 2014/2015

  • preparazione programma stagione 2015/2016

Qualora non si raggiungesse il numero legale l'assemblea è da intendersi riconvocata per
Martedì 5 maggio 2015 alle ore 20,30

Partecipa anche tu, l'assemblea è un momento importante per l'associazione. Completeremo insieme il programma della prossima stagione. Si raccomanda la puntualità.

QUI

reel1

Giovedi 24 FEBBRAIO, ore 21.00
Il regista Daniele Gaglianone presenterà il suo film
"QUI".

QUI è il racconto in soggettiva di dieci valsusini che da 25 anni si oppongono con tenacia al progetto Tav Torino-Lione: cittadini qualsiasi che hanno scelto di lottare, ogni giorno. Dieci ritratti che raccontano la stessa amara scoperta: il tradimento della politica nazionale, accusata di aver abbandonato questa gente al loro destino, lasciandola sola a vedersela con la polizia antisommossa.

QUI, in Valle di Susa, il blackout democratico tra Stato e cittadino è esploso prima che altrove e in modo devastante.
QUI si lotta innanzitutto per restare

INCONTRO CON DANIELE GAGLIANONE

reel1

Giovedi 20 NOVEMBRE, ore 21.00
Il regista Daniele Gaglianone presenterà il suo film
"La mia Classe".

Un maestro dà lezioni a una classe di extracomunitari che vogliono imparare l'italiano, per avere il permesso di soggiorno, per integrarsi e vivere in Italia. Durante le riprese accade un fatto per cui la realtà prende il sopravvento. Il regista dà lo "stop", ma l'intera troupe entra in campo e tutti diventano attori di un'unica vera storia, in un unico film di "vera finzione".

INCONTRO CON WERNER HERZOG

reel1

il Festival della letteratura e musica Collisioni con Regione Piemonte e Film Commission Torino Piemonte organizza un incontro con il regista
Werner Herzog

Giovedi 13 NOVEMBRE, ore 21.00
presso il Teatro Sociale di Alba

Per maggiori informazioni www.collisioni.it

SUBURBANA STAGIONE 42

reel1

A centoventi anni dal primo film dei Lumière e quarantadue dalla prima proiezione in pellicola sullo schermo,
Ancora una volta riparte Suburbana con la sua prima (quasi) stagione in digitale ma, come sempre, ricca di grandi film.
Si parte con The Gran Budapest Hotel, l'umoristico omaggio di Wes Anderson all'opera dello scrittore pacifista austriaco Stefan Zweig, a cui segue Vado a Scuola del documentarista Pascal Plisson, coi dieci meravigliosi bambini e bambine che dai quattro angoli del Sud del mondo, ricordano a noi pigri occidentali che l'istruzione è il futuro.
Si continua con una selezione dei più bei film della stagione appena trascorsa, da I Segreti di Osage County a Philomena, da La vita di Adele a Una fragile armonia, da Nebraska a Dallas Buyers Club: impossibile citarli tutti.
Un ciclo è dedicato ad autori africani, attivi nei loro paesi o immigrati in Europa, con quattro divertenti opere, selezionate ad un festival giunto ormai alla sua ventiquattresima edizione. E ancora storie di mondi lontani come Las Acacias e La gabbia dorata, o film non usciti nelle sale come l'animazione Arrugas-Rughe.

Suburbana riparte con altri dieci mesi di incontri settimanali col cinema di qualità, con cinquanta film da gustare sul grande schermo, immersi nella sala e nelle storie che i registi hanno pensato di raccontare. Cinema in tanti, cinema al cinema, cinema arte, lontani dal divano di casa o, peggio, dal pc o dai quattro pollici di uno smartphone.

SUBURBANA STAGIONE 2014/15

reel1

A centoventi anni dal primo film dei Lumière e quarantadue dalla prima proiezione in pellicola sullo schermo,
Ancora una volta riparte Suburbana con la sua prima (quasi) stagione in digitale ma, come sempre, ricca di grandi film.
Una rassegna composta, secondo la tradizione del cineclub, attraverso la partecipazione attiva dei soci, col risultato di un programma che assembla i più bei film della stagione appena trascorsa.
Da I Segreti di Osage County a Philomena, da La vita di Adele a Una fragile armonia, da Nebraska a Dallas Buyers Club: impossibile citarli tutti.
Un ciclo è dedicato ad autori africani, attivi nei loro paesi o immigrati in Europa, con quattro divertenti opere, selezionate ad un festival giunto ormai alla sua ventiquattresima edizione. E ancora storie di mondi lontani come Las Acacias e La gabbia dorata, o film non usciti nelle sale come l'animazione Arrugas-Rughe.

Scaricail programma completo e corri ad iscriverti...

ASSEMBLEA CINECIRCOLO

reel1

Lunedì 14 aprile 2014 alle ore 24 è convocata l'Assemblea annuale del Centro Cinematografico Culturale L'Incontro presso il Circolo Aurora saletta al secondo piano, con all'ordine del giorno:

  • bilancio attività stagione 2013/2014

  • preparazione programma stagione 2014/2015

Qualora non si raggiungesse il numero legale l'assemblea è da intendersi riconvocata per
Martedì 15 aprile 2014 alle ore 20,30

Partecipa anche tu, l'assemblea è un momento importante per l'associazione. Completeremo insieme il programma della prossima stagione. Si raccomanda la puntualità.

IL GRANDE ARCIPELAGO

reel1

Questo mese il cineforum Suburbana di Collegno offre uno sguardo su un cinema sconosciuto, quello del grande arcipelago del sud-est asiatico compreso tra l'Indonesia e le Filippine. Si tratta di due pellicole che hanno partecipato al 23esimo "Festival del Cinema Africano, d'Asia e America Latina" di Milano, un festival che dal 1991 si propone come momento d'incontro e conoscenza dei temi e dei linguaggi di una cinematografia che in genere non trova spazio sui nostri schermi.

Mercoledì 22 gennaio alle ore 21 verrà proiettato il filippino "Batad" del regista Benji Garcia, la storia del quattordicenne Ag-ap che sogna di lasciare le montagne della propria isola e il duro lavoro sempre uguale che lo opprime.

Giovedì 23 gennaio sarà la volta dell'indonesiano "The mirror Never lies" ("Lo specchio non mente mai") che si svolge in un villaggio di pescatori nell'arcipelago di Wakatobi, dove la dodicenne Pakis deve fare i conti con la scomparsa del padre disperso in mare durante la pesca. Le vite di Ag-ap e di Pakis ci portano nella quotidianità di mondi lontani che noi occidentali conosciamo solo per i paesaggi da sogno a cui ci hanno abituati i documentari della televisione.

SUBURBANA STAGIONE 41

reel1

L'11 Settembre inizia la 41esima stagione cinematografica di Suburbana. Dal lontano maggio del 1973, la lampada della cabina di proiezione del cineclub ha illuminato sullo schermo qualcosa come 290 milioni di fotogrammi, oltre 5400 chilometri di pellicola a 35 millimetri che stesi sul terreno potrebbero raggiungere i dintorni di Kabul dove si dipana la storia di "Come pietra paziente", il bellissimo film interpretato da Golshifteh Farahani che proietteremo a marzo.

Suburbana riparte con un programma ricco, coi migliori film di qualità usciti nelle sale nel corso della stagione; con titoli che hanno fatto la storia del cinema, come "I 400 colpi di Truffaut", e con un paio di opere presentate al festival del cinema terzomondista di Milano ("Batad" e "The Mirror Never Lies").
Chicche come "Il mundial dimenticato", piccoli capolavori come "La bicicletta verde" e "Il figlio dell'altra", "Monsieur Lazhar" e "Il sospetto", "Miele" e "La scelta di Barbara", "Amour" e "No-I giorni dell'arcobaleno".

Dieci mesi di cinema, una cinquantina di film d'autore, da non perdere e da vedere insieme sul grande schermo con immutata passione.

XII edizione FESTIVAL SUL FILO DEL CIRCO

reel1

Anche quest'anno il parco Parco Culturale Le Serre di Grugliasco ospita la manifestazione, che propone una rassegna di spettacoli dal 15 giugno al 15 settembre 2013.

Grazie alla convenzione SUBURBANA/Festival SUL FILO DEL CIRCO: i soci di Suburbana che presenteranno la tessera del cineclub usufruiranno della tariffa ridotta per gli spettacoli del Festival.

TICKET OFFICE CIRKO VERTIGO Parco Culturale Le Serre Via Tiziano Lanza, 31, Grugliasco lunedì/venerdì h. 10/13; 15/18 - Un'ora prima degli spettacoli - Biglietti in vendita on line su Vivaticket - Informazioni e prenotazioni 011.0714488/327.7423350 info@sulfilodelcirco.com www.sulfilodelcirco.com - Inizio spettacoli ore 21.30 (solo lo spettacolo "Antrè" dei Pentaclown dell'8 settembre inizia alle 17.00)

Per saperne di più, consulta il programma sul sito della manifestazione SUL FILO DEL CIRCO.

CINEMAMBIENTE A SUBURBANA

reel1

Anche quest'anno alcune proiezioni del XVI CinemAmbiente saranno ospitate presso Suburbana.

Per i primi tre mercoledì di Giugno, saranno presentate alcune opere in concorso, e, in particolare, nella serata del 12 Giugno, sarà proiettato il film vincitore del concorso.

Le proiezioni sono organizzate in collaborazione con il comune di Collegno e LegAmbiente. Per maggiori informazioni leggi il volantino allegato.

SUBURBANA STAGIONE 2013/14

reel1

L'Assemblea dei soci ha permesso di completare il ciclo di proiezioni per la prossima stagione.
Ancora una volta riparte Suburbana e ancora una volta, attraverso le programma, il Cinema ci racconta le sue storie e la sua storia.
Un inizio travolgente, con Ken Loach, Tornatore, il pluripremiato Argo di Ben Affleck, e l'intrigante mockumentary Il mundial dimenticato.
I cicli quest'anno sono un omaggio alla rivincita dei piccoli e ad una sulla cinematografia dei paesi orientali emergenti.

Scaricail programma completo e corri ad iscriverti...

ASSEMBLEA CINECIRCOLO

reel1

Lunedì 6 maggio 2013 alle ore 24 è convocata l'Assemblea annuale del Centro Cinematografico Culturale L'Incontro presso il Circolo Aurora saletta al secondo piano, con all'ordine del giorno:

  • bilancio attività stagione 2012/2013

  • preparazione programma stagione 2013/2014

Qualora non si raggiungesse il numero legale l'assemblea è da intendersi riconvocata per
Martedì 7 maggio 2013 alle ore 20,30

Partecipa anche tu, l'assemblea è un momento importante per l'associazione. Completeremo insieme il programma della prossima stagione. Si raccomanda la puntualità.

FEMMINILE, PLURALE

reel1

All'ultimo Festival di Cannes non era presente neanche una regista in tutta la kermesse. La notizia sconvolgente ha portato la storica rivista Cahiers du Cinéma a domandarsi: «Dove sono le donne?». Per tutta risposta, una serie di dati altrettanto sconcertanti: la percentuale di cineasti femminili è del 20% in Francia, del 5% ad Hollywood, mentre l'Italia non è neanche considerata.

Sperando in un futuro (del cinema) sempre più "roseo", Suburbana dà carta bianca ad alcune delle più interessanti registe della stagione passata, quattro sguardi freschi e sorprendenti.

Tanya Wexler ci spiega la nascita (romanzata) del vibratore con Hysteria, una commedia scoppiettante e irriverente, ma con una forte valenza politica e sociale. Maïwenn ci conduce con Polisse dentro la squadra di protezione minori della polizia parigina, donandoci uno sguardo partecipato e mai superficiale. Nadine Labaki affina quel mix di commedia, musica e politica che era il precedente Caramel con E ora dove andiamo?, ancora una volta Libano, ancora una volta un ritratto di donne forti. Infine Julie Bertucelli ci mostra la magia de L'albero attraverso cui una bambina riesce a parlare con lo spirito del padre scomparso, in una produzione tutta australiana.

DAL MAGREB, TRA IRONIA E COMMEDIA

reel1

Dal 1991 si svolge a Milano la manifestazione Festival del Cinema Africano, che a partire dal 2004 ha allargato la propria visione all'Asia e al Sud America. L'iniziativa, organizzata dal COE è un'occasione d'incontro e conoscenza dei temi e dei linguaggi di nuove cinematografie per lo più sconosciute nel nostro Paese.

SUBURBANA ha più volte proposto ai soci la visione di molte delle opere proposte da questo importante festival. Per la stagione 2012-2013 abbiamo rivolto lo sguardo al Magreb, privilegiando i film di cinque registi algerini e tunisini: Mascarades un divertente lungometraggio che si svolge in un villaggio algerino e quattro corti che parlano con intelligenza e ironia della vita degli immigrati in Francia (v.o sott. it.).

Le proiezioni i terranno il 17 e il 23 gennaio 2013.

PREMIO UCCA VENTI CITTA'

reel1

Nell'ambito del 30 Torino Film Festival, la giuria nazionale UCCA (Unione Circoli Cinematografici Arci) composta da Greta Barbolini (Presidente nazionale), Maria Luisa Brizio (Arci Torino), Antonio Borrelli (Arci Napoli), Giordano Guala (Arci Valle Susa), Domenico Simone (Arci Catania), conferisce i seguenti premi:

Premio UCCA VENTI CITTA', che consiste nella circuitazione dell'opera premiata nelle sale, o presso le sedi di circoli UCCA, in almeno venti città italiane a:
LA SECONDA NATURA di Marcello Sannino
Per il delicato approccio alla figura dell'avvocato-filosofo, in lotta incessantemente, da oltre mezzo secolo, per tutelare e promuovere un'idea di Cultura fondata sulla conoscenza, il pensiero ed il dialogo, attraverso cui educare le giovani generazioni. E per la capacità di suscitare un'emozione autentica, coinvolgendo lo spettatore in una riflessione sull'etica pubblica quanto mai necessaria ed attuale in un'epoca segnata dal tradimento dell'interesse popolare.

Inoltre la Giuria conferisce due menzioni speciali a:
PARALLAX SOUNDS di Augusto Contento
per la qualità cinematografica del documentario e il tema musicale trattato in maniera tale da riuscire a parlare della città nella sua complessità e in particolar modo per la capacità di illustrare un modo di fare cultura diverso e alternativo rispetto a quello dello star system e dell'industria culturale riappropriandosi di spazi e relazioni sociali.
e a:
NADEA E SVETA di Maura Delpero
Un delicato affresco di storie di "ordinaria immigrazione" nel nostro Paese, capace di trasmetterci emozioni, tensioni, incertezze, vissute dalle due protagoniste nella loro quotidianità.

DEUTSCH KINO

reel1

Il ciclo dedicato al cinema tedesco, frutto della collaborazione col Goethe Institut Italien, inizia il 15 novembre con Die Konferenz (Il consiglio d'istituto) di Niki Stein, cinquantunenne, autore di importanti opere cinematografiche e televisive laureatosi ad Amburgo con registi del calibro di István Szabó. Il film (v.o. sott. it.) si svolge in un pomeriggio invernale tra le mura di un liceo dove nove professori devono prendere posizione sul comportamento di uno studente accusato di violenza sessuale.

Il 21 e 22 novembre sarà la volta di Almanya-La mia famiglia va in Germania della regista e sceneggiatrice turco-tedesca Yasemin Samdereli, sulle vicissitudini di tre generazioni di immigrati turchi. Il film, campione di incassi nel paese della Merkel, uscito con successo la scorsa stagione nelle sale italiane, racconta di una famiglia emigrata in Germania negli anni '60 che, ai giorni nostri, è trascinata dal patriarca in un tragicomico viaggio verso la Turchia.

E per finire il 28 novembre potremo assistere a Die Innere sichereit (La sicurezza interna) di Christian Petzold, uno dei maggiori esponenti di quella Berliner Schule che a partire dalla metà degli anni '90 si è imposta con forza nel panorama del cinema d'autore, tanto da far parlare di una Nouvelle Vague del cinema tedesco. La pellicola che vedremo (v.o. sott. it.) parla di una famiglia di terroristi della RAF che negli anni '70 è ricercata dalla polizia.

FILMISSIMA

reel1

Filmissima è promossa da un gruppo di giovani volontari (Cinemarti) e organizzata negli spazi storici di San Filippo Neri a Torino (e concessi a titolo gratuito dalla Congregazione omonima), fucina d'arte (che ha visto i natali di numerosi musicisti, teatranti, scrittori, poeti, cinefili) situata nel cuore del centro storico di Torino e presso la sala del locale Lapsus di Torino ad essi adiacente.

Filmissima si propone come luogo di incontro e confronto per il nuovo cinema indipendente nelle sue diverse prospettive e tendenze artistiche, con particolare attenzione alle cinematografie emergenti e ai giovani cineasti e promuove la conoscenza e la diffusione di opere di autori nuovi o poco conosciuti. Per questo le opere partecipanti non devono essere mai state distribuite in sala con distribuzione ufficiale. Non sono previste sezioni competitive ed è previsto esclusivamente un simbolico "riconoscimento del pubblico".

la prima manifestazione Filmissima si svolgerà da venerdì 30 novembre a domenica 2 dicembre 2012, per la durata di 3 giorni.

SUBURBANA 40 ANNI

reel1

Ci sono numeri che ritornano. Nel 1973, Gian Maria Volontè compiva 40 anni quando venne a presentare Uomini Contro a Suburbana, gli stessi che compie oggi il cineclub dedicandogli tre pellicole proiettate in quell’anno.

Quello del quarantesimo è un programma ricco e, come sempre, interessante. A partire dalle molte commedie intelligenti, da Quasi amici ad Almanya, da Histerya a Le donne del sesto piano, da Le nevi del Kilimangiaro a I primi della lista, dalla poesia di Miracolo a Le Havre a Scialla, passando per Woody Allen e Sorrentino, senza dimenticare l’ironia del ciclo africano con Mascarade e quattro imperdibili cortometraggi.
Molti i film che, come nella migliore tradizione di Suburbana, affrontano temi politici e sociali, attuali e importanti, da Diaz a Romanzo di una strage, da Terraferma a Cesare deve morire, vincitore a Berlino, da La chiave di Sara a Cosa piove dal cielo?, da Tutti per uno a Ruggine, da Una Separazione a Il ragazzo con la bicicletta.
E poi gli altri cicli: Mondi animati, il Deutsch Kino in collaborazione con il Goethe Institut, e a marzo Femminile, plurale.

Scaricail programma completo e corri ad iscriverti...

PIETRO di DANIELE GAGLIANONE

reel1

Alla proiezione di mercoledì 4 aprile sarà presente il regista Daniele Gaglianone, presidente del nostro circolo.

Pietro vive nella periferia torinese col fratello tossicodipendente nell'appartamento fatiscente ereditato dai genitori.
Per vivere distribuisce volantini. Il suo leggero ritardo mentale lo mette al centro dell'irrisione degli amici del fratello per i quali si esibisce in imitazioni surreali. Un giorno conosce una ragazza che è stata assunta per fare il suo stesso lavoro e qualcosa nella sua vita sembra cambiare, ma...

IL CINEMA DI SHANE MEADOWS

reel1

Con il ciclo mensile di Febbraio, Suburbana presenta le opere più significative di Shane Meadows, uno skinead dietro la macchina da presa.
Il trentanovenne Shane Meadows nasce a Uttoxeter, una cittadina di dodicimila abitanti nella contea di Staffordshire in Inghilterra. Espulso da scuola, Meadows si dedica a molti lavori, dall’aiuto clown al montatore di tralicci. A vent'anni si trasfersce a Nottingham dove si mette dietro alla macchina da presa e, da autodidatta, realizza in un solo anno più di una decina di cortometraggi utilizzando come interpreti gli amici e suscitando l’interesse di produttori televisivi che gli affidano la realizzazione di un mediometraggio. A soli 24 anni gira il suo primo lungometraggio, l’episodio iniziale della “trilogia delle Midlands”, che frutta a Shane il premio FIPRESCI a Venezia 1997.

Col primo film del ciclo presentato a Suburbana, Dead Man's Shoes (2004), viene premiato per la miglior regia dal Sindacato Registi Cinematografici inglese. Segue Northern Soul (2005), un finto documentario che racconta la storia di un uomo lasciato dalla moglie. Nel 2006 realizza This is England, il secondo film del nostro ciclo, premio speciale della giuria al festival di Roma. Pellicola autobiografica, come il regista ha avuto modo di dichiarare in un’intervista.