Le nostre recensioni

Mud

- Regia: Jeff Nichols - USA 2012.

Immaginatevi la grinta e la sensibilitÓ dei ragazzini del magnifico Stand By Me (film cult della seconda metÓ degli Ottanta che non potete non aver visto se a quel tempo frequentavate Suburbana), spostateli sul Mississippi dotandoli di una barchetta a motore e vi sarete fatti un'idea dei personaggi di Ellis e Neckbone, i due avventurosi quattordicenni dell'ultimo film di Jeff Nichols.
Sto parlando di Mud, opera indie campione d'incassi in USA, scritta e diretta con notevole bravura dal trentacinquenne regista americano giÓ autore di Shotgun Stories e dell'apocalittico Take Shelter.

Ellis (Tye Sheridan, visto nel malickiano The Tree of Life) Ŕ tormentato dall'imminente separazione dei suoi genitori, Neckbone (Jacob Lofland) vive con uno zio immaturo e mezzo matto. Un giorno i due finiscono su un'isoletta dell'immenso fiume dove incontrano Mud (il clamoroso Matthew McConaughey che ammireremo a maggio al cineclub in Dallas Buyers Club): uno strambo fuggitivo che, dopo aver ucciso per amore un uomo, Ŕ inseguito da poliziotti corrotti e malavitosi parenti della vittima in cerca di vendetta.
Ripristinare la carcassa di una barca Ŕ la sua sola speranza di fuga, forse con quella Jupiter (Reese Witherspoon) di cui Ŕ da sempre innamorato. I due ragazzi, affascinati dalla personalitÓ dell'uomo, decidono di aiutarlo e di correre tutti i pericoli che questo comporta, compresa la possibilitÓ d'essere morsi da un velenoso mocassino d'acqua.

Un thriller sulla scoperta della vita, sulla crescita e sull'amore per il grande fiume dell'Arkansas che Nichols mutua da uno scrittore che da sempre lo ha affascinato, quel Mark Twain che Hemingway considerava il padre della moderna letteratura americana. Non a caso Sheridan e Lofland, superato il casting, sono stati obbligati dal regista a leggere Le avventure di Huckleberry Finn. Forse, volendo essere critici, Ŕ un p˛ eccessiva la sparatoria che anima il finale, ma sicuramente si tratta di un'opera che vi consigliamo di non perdere.
Guido