mercoledì 6 e giovedì 7 febbraio 2019 - ore 21

THE PARTY

Regia e sceneggiatura: Sally Potter - Fotografia: Aleksei Rodionov - Montaggio: Anders Refn, Emilie Orsini - Interpreti: Kristin Scott Thomas, Timothy Spall, Patricia Clarkson, Bruno Ganz, Cillian Murphy, Emily Mortimer, Cherry Jones - GB 2017, 71', Academy Two.

Janet è appena stata nominata Ministro per la Salute nel "governo ombra" del principale partito di opposizione: il coronamento della sua carriera politica. Lei e suo marito Bill decidono quindi di festeggiare con gli amici più stretti. Gli ospiti arrivano, ma la festa volge inaspettatamente al peggio quando Bill all'improvviso fa una rivelazione esplosiva che sconvolge tutti. Amore, amicizia e convinzioni politiche vengono messi in discussione. Sotto la superficie elegantemente liberal degli ospiti freme la rabbia e lo scontro li spinge a sfoderare l'artiglieria pesante? Con The Party saranno proiettati i corti Il silenzio di Farnoosh Samadi e Ali Asgari (15') e Valparaiso di Carlo Sironi (17')

The Party è un film breve ma profondo e intenso, caratterizzato da dialoghi vivaci e taglienti e interpretato da un cast di altissimo livello. La storia si svolge quasi completamente all'interno della casa di Janet e Bill, con pochissime scene nel cortile antistante; ha una struttura narrativa teatrale e rispetta le unità di tempo, luogo e azione. È un film molto parlato, in cui le personalità dei sette personaggi e le loro interazioni sono il fulcro della narrazione. Janet, la padrona di casa è una donna determinata e volitiva che dopo anni di duro lavoro e impegno ha finalmente raggiunto l'agognato traguardo; suo marito Bill è un professore universitario all'apparenza tranquillo; April è l'amica più cara, cinica e acuta e sempre pronta a dire quello che pensa; Gottfried è il suo compagno, un life coach che filosofeggia sulla vita; Martha è una collega di Bill e la sua compagna Jinny sono emozionate perché in attesa del primo figlio; e infine Tom, il banchiere senza scrupoli, è l'outsider del gruppo e il pesce fuor d'acqua della situazione. Ma i rapporti tra di loro cambiano nel corso della serata? Sally Potter racconta in modo acuto e sarcastico l'evolversi delle dinamiche interpersonali all'interno di un gruppo di persone affiatate e intelligenti e, come una dichiarazione esplosiva, possa fare emergere sentimenti e rivalità nascoste anche in persone così perbene e borghesi. La regista inglese ha realizzato un film divertente e ironico, in cui si ride molto, e i cui punti di forza sono una brillante sceneggiatura, caratterizzata da un ritmo serrato che incanta gli spettatori e li trascina nel vortice degli scambi di battute feroci tra i vari personaggi e lo straordinario livello recitativo degli attori che li interpretano. (Antonella Salvia, www.cinefile.biz)

Sally Potter gioca con lo spettatore, si diverte a piazzare le sue pedine, suggerire per poi sviare. Lo fa tramite il Tom di Cillian Murphy, elemento destabilizzante di una situazione già delicata che emerge da dialoghi scritti con cura, accenni, sguardi e in generale da interpretazioni che danno credibilità e spessore a personaggi vivi e drammaticamente autentici. Il merito è sicuramente dello script della Potter, preciso, coeso e diretto, che detta tempi e tono del racconto, sfruttando la situazione per raccontare qualcosa non solo delle figure in gioco, ma di un momento storico complesso e malato in cui oggi viviamo. (?) The Party è un piccolo, grande film, capace di stupire ed emozionare divertendo, perfetto per chi ama le sceneggiature fatte di dialoghi brillanti e sagaci e grandi interpretazioni. Ma in generale per chi ama il buon cinema. (Antonio Cuomo, www.movieplayer.it)